AMA: saggezza politica non apre varchi alla provocazione

Abbiamo letto la strumentale  distorsione delle posizioni del PD Marconi a proposito di rifiuti e raccolta differenziata, proveniente dai post firmati dal sig. Francesco (le trovate a questo →link, nei commenti che vanno dal 1 marzo in poi).

E per il rispetto che portiamo a chi democraticamente si confronta e mette a disposizione i propri spazi abbiamo pubblicato la nostra replica.

Le posizioni del PD sono ampliamente esposte, documentate  e coerentemente sostenute da chi ha a cuore davvero l’obiettivo di assicurare a Roma un servizio di pulizia degno di una capitale europea.

MIGLIORARE la raccolta differenziata, in termini di risultati percentuali, renderla agevole, appetibile, meno costosa e per questo facilmente praticabile per i cittadini di Marconi, aiuta a scongiurare il “rischio emergenza” ed impedisce al Sindaco di Roma di cavalcare la tigre dell’eccezionalità (con Malagrotta ai limiti della capacità recettiva) sulla cui base intende chiedere poteri speciali da commissario.

Un commissario non tratta con nessuno, né con Provincia né con Municipi interessati, per questo Alemanno vuole poteri assoluti.

Questa ambizione è alimentata dall’assenza completa di  progettazione, di condivisione con i cittadini e con i diversi livelli istituzionali competenti sul territorio, dall’assoluto disinteresse per la salubrità dell’aria, dei terreni e delle acque dei comuni dell’hinterland e per la pulizia della capitale.

Le nostre posizioni sono consultabili sul blog del PD pdmarconi.wordpress.com ed in rete (basta una piccola ricerca con google).

Per marconivideodem risponderanno direttamente loro.

Tutti possono confrontare  queste posizioni con quanto affermato dal signor Francesco – e a noi attribuito – il quale in modo inidoneo al confronto democratico,  va blaterando di quello che il PD Marconi farebbe o non farebbe sulla raccolta differenziata.

Pensiamo che chi – senza metterci faccia ed identità – non si firma e si presenta “travisato” adotta  in rete un comportamento assimilabile a quello squadrista, compiendo aggressioni diffamatorie verso persone, invece ben identificate,  nell’attribuire loro opinioni false.

Il PD Marconi è stato il primo a documentare la bufala del Porta a Porta che il consigliere Santori (PDL) andava spacciando, così come il Sindaco Alemanno anche ieri ha fatto  a “linea diretta” .

Forse a luglio 2010 il signor Francesco era in vacanza, forse, e non ha assistito alla prima assemblea tenuta alla parrocchia Gesù Divino Lavoratore e forse non ha avuto modo di leggere le prime proposte e denunce fatte dal PD Marconi (sempre luglio 2010).

Forse il signor Francesco NON ha partecipato alla seconda assemblea dell’AMA che si è tenuta presso la scuola Pascoli.

Forse e solo forse il signor Francesco  non ha letto le nostre richieste di maggiore informazione e chiarezza rivolte all’AMA ed al Comune di Roma e rese da noi pubbliche.

Forse dopo le vacanze estive il signor Francesco  NON ha avuto modo di partecipare alla raccolta di firme che il circolo PD Marconi ha organizzato e consegnato all’AMA ed al Sindaco.

Proprio in data odierna, con questa nostra iniziativa abbiamo consentito di adottare  al consiglio Municipale una mozione presentata dal gruppo PD e votata dalla maggioranza di centrosinistra.

La mozione – impegnando il Presidente di Municipio ad operare per questo– recepisce  le indicazioni contenute nel dossier del PD Marconi inviato all’AMA e al Sindaco di Roma, in cui sono indicati chiaramente le posizioni che non si limitano a chiedere l’ampliamento di turni e mezzi, ma riguardano l’intero ciclo a partire dalla produzione delle merci sino allo smaltimento dei rifiuti; la mozione ha formalizzato la condivisione istituzionale di una parte integrante delle proposte che il PD del Municipio XV ha formulato in ordine alla chiusura e riqualificazione di Malagrotta, contro ogni apertura di altre discariche nell’area e contro l’apertura delle altre linee del gassificatore (a rischio rilascio diossina nell’area della Valle Galeria).

https://pdmarconi.wordpress.com/2011/01/31/lettera-al-sindaco-e-al-presidente-ama-sulla-raccolta-differenziata-a-marconi/

https://pdmarconi.wordpress.com/2011/02/09/questione-rifiuti-il-documento-approvato-dal-pd-xv/

Nonostante i nostri sforzi per comunicare correttamente il lavoro fatto ed il progetto che stiamo costruendo, siamo costretti a fare i conti con chi fa il provocatore di professione (la stessa tecnica l’abbiamo vista usare da un “omonimo signor Francesco” che su facebook scrive a proposito di NO PUP Fermi). Con costoro risulta vano lo sforzo e l’impegno profuso.

La saggezza ci dice che NON bisogna mai scendere sul piano della provocazione perché poco aggiunge alla sostanza delle cose, fermo restando, però, il nostro pieno diritto a tutelarci contro ogni azione diffamatoria perpetrata via web.

Naturalmente con Fortezza Bastiani c’è sempre stato un confronto rispettoso, che abbiamo rinvenuto anche in questo ultimo dibattito su AMA.

Carla Boto, segretario PD Marconi

Annunci