Ciao Oscar Luigi, Presidente Emerito

Ciao Oscar Luigi, Presidente Emerito.
Ho appena appreso della tua scomparsa.

Alla immediata commozione si è unito subito il senso del dovere , che anima noi volontari appassionati della politica,   di scrivere un ricordo in tua memoria  e condividerlo con i nostri iscritti ed elettori.
Mi compete per il  ruolo che rivesto  nel nostro partito.

Altri parleranno della tua storia,  degli anni  in cui l’iscrizione all’Azione cattolica significava opposizione al fascismo, di quelli della Costituente e di quelli che ci vedevano divisi sulla  legge Fortuna –Baslini , quelli dell’appassionato referendum sul divorzio,  fino all’ascesa alla Presidenza della Repubblica e alla strenua difesa della Suprema Carta; fino  all’ultimo la tua resistenza  contro ogni declino della Democrazia e delle sue Istituzioni.

Oggi, però, io non posso fare a meno di rivivere l’emozione e la tenerezza , oserei dire  filiale, che ho provato nell’abbracciarti , quel pomeriggio di luglio di quattro  anni fa a Caracalla.
Preparavamo lo stand della ristorazione alla festa cittadina del PD di Roma e tu, prima di presiedere il dibattito  sui temi a te cari , quelli che ultimamente ti hanno richiamato alla lotta – si sarebbe detto con un linguaggio,di altri tempi-  hai voluto visitare le strutture e salutare tutti i volontari.

Sono uscita dalla cucina,   grembiule e coccarda indosso, come quando finalmente arriva il  nonno amato per la cena, il patriarca della famiglia,  ti ho stretto la mano: ”Presidente, Lei è il nostro baluardo…per la Democrazia, contiamo su di Lei per la difesa della Costituzione…” e tu ”Ma lo sa quanti anni ho, io? 90! pochi giorni fa…”.

Eri già stato male ed eri in ripresa.

E nel tono, nel sorriso, nel continuare a stringermi  la mano c’era dentro  ‘ ora tocca a te, a  tutti voi…diamoci da fare, io ci sono, ma voi ancora a lungo…’ non ho resistito: ti ho abbracciato naturalmente… e tu me lo hai lasciato fare!  sotto la giacca: ossa ;  la magrezza era il tuo rigore di sempre, il sorriso  con cui ti sei preso il mio abbraccio,  l’affettuosa eredità.
Grazie Presidente Emerito

Carla Boto

segretario PD Marconi

Annunci