Regione Lazio, un atto forte concreto e perseguito sino in fondo

*** Il circolo Marconi si aspetta coerenza e determinazione. ***

Gasbarra, segretario PD Lazio: Davanti a una così gigantesca disfatta politica e morale della coalizione che da tre anni governa il Lazio la risposta del centro destra e della presidente Polverini è stata quella di arroccarsi in un bunker. Nonostante le responsabilità siano ben individuate, tutti devono riflettere e tutti sono chiamati al cambiamento. Noi dobbiamo dimostrarlo subito.
C’è bisogno di un elettroshock, c’è bisogno ricollegare questa istituzione con il suo popolo. C’è bisogno di un nuovo grande progetto di ricostruzione, di rigenerare la politica e di dare al Lazio subito un nuovo governo regionale capace di risolvere i drammatici problemi dei cittadini. Il PD metterà in campo tutte le azioni più concrete per tornare immediatamente al voto, dando sostegno, anche con i Circoli, alla mozione di sfiducia presentata dagli eletti in Consiglio regionale affinché diventi una mozione popolare di sfiducia e di scioglimento dell’Assemblea.  Sicuro dello spirito di servizio a cui tutti si sentono chiamati chiedo ai consiglieri regionali del Pd la disponibilità a mettere in atto tutti i gesti e le azioni più concrete per raggiungere l’obiettivo del voto. La particolare fase politica impone ai partiti da una parte e agli eletti dall’altra un’azione straordinaria dentro il Consiglio regionale e fuori, nei territori. Sono certo che tutto il partito e tutti gli eletti sapranno raccogliere il grido di cambiamento che i cittadini tutti insieme lavoreremo per tornare al voto.

(OMNIROMA) Roma, 22 SET – “Bene Gasbarra e Montino, ora va fatto di tutto per mandare la Polverini a casa. Bisogna innescare il processo di ripulitura della Regione Lazio per restituire dignità ad un ente locale determinante per la vita dei cittadini. Questa è una battaglia doverosa nei confronti di tutti quei cittadini indignati da ció che si è visto. Con le dimissioni immediate di tutti i consiglieri del PD si riapra una nuova pagina e ci si rimetta in sintonia con i nostri militanti e con tutti i nostri elettori. Ora basta!”.

Annunci

3 pensieri su “Regione Lazio, un atto forte concreto e perseguito sino in fondo

  1. Bisogna innescare il processo di ripulitura della Regione. Sono d’accordo. Ma non solo vale per ” gli altri “. Vale soprattuto per noi. Dal 2010 ad oggi il comportamento del PD in Regione attraverso i suoi consiglieri e i Responsabili ha dimostrato una (che chiamerei, me ne vergogno nello scriverlo) connivenza. Una accettazione di cosiddette “regole” che non dovrebbero esistere in un PD che vuole il cambiamento politico ed etico e tutto alla luce del sole. Se minimamente è vero quello che scrive Merlo su Repubblica, la situazione e le responsabilità sono gravi. Perchè vedere, sapere, utilizzare e non denunciare (e poi siamo all’opposizione, che dovrebbe controllare, almeno) non è la stessa cosa. La strada delle dimissioni (almeno loro) dei consiglieri PD è un obbligo politico ma soprattutto morale. Ma facendo chiarezza. Perchè queste responsabilità ci sono. E devono essere affrontate fino in fondo.

  2. Caro Alessandro leggo le tue parole che sono sempre sagge e dirette, mai con bizantinismi politici e le apprezzo. Ho scritto sulla bacheca facebook di Montino, in risposta ad un suo appello per la dimissione di tutti i nostri consiglieri, quanto segue:

    Mi auguro che abbiate la forza di portare a termine perlomeno questo compito che può restituire dignità ai cittadini e poi ai militanti del PD.
    Dopo di che preso atto del fallimento – pur se in buona fede – sarebbe gradito che prendeste atto e dichiaraste chiuso il vostro impegno politico.
    Enrico Pasini militante di base (ci tengo al militante, non semplice iscritto) del circolo PD Marconi Roma

I commenti sono chiusi.