Ascoltiamo i cittadini, 11 marzo al circolo

Lunedi 11 marzo, ore 19 al circolo in via Barsanti 25 si terrà una assemblea pubblica con Federica Mogherini ( deputato PD), Paolo Masini (consigliere comunale PD) e Pierluigi Regoli (segreteria PD Roma).

Sul nostro blog a questo indirizzo puoi leggere i contributi che stanno arrivando.130311-ascoltare

Annunci

3 pensieri su “Ascoltiamo i cittadini, 11 marzo al circolo

  1. Ciao a tutti

    i circoli PD di Roma DonnaOlimpia e Casalotti hanno condiviso la sottoscrizione della petizione.

    Continuo a pensare che sarebbe utile coinvolgere la base per raccogliere le firme.

    Questa è la email che possiamo inviare a tutti i circoli d’Italia.

    Oppure condividela tramite facebook.

    Chiunque mi voglia aiutare per la divulgazione mi può contattare.

    Grazie

    A presto

    Claudio David

    335-6882401
    c.david@libero.it

    N.B. non riesco a chiedere amicizia facebook a DonnaOlimpia “Ci scusiamo, ma questa persona ha raggiunto il limite massimo di amici, ma puoi ricevere i suoi aggiornamenti pubblici”

    Ciao!

    Ho lanciato la petizione “Pierluigi Bersani: Solo Governo con M5S con fiducia altrimenti subito voto” e ho bisogno del tuo aiuto per diffonderla.

    Puoi prenderti 30 secondi per firmare? Ecco il link:

    http://www.change.org/it/petizioni/pierluigi-bersani-solo-governo-con-m5s-con-fiducia-altrimenti-subito-voto

    Ecco perché è importante:

    Salve
    sono un elettore (molto critico) del PD.

    Ma in questo momento di crisi così difficile vedo pericolose derive populiste e quindi sostengo ancora il PD.
    Cerco persone con cui condividere la mia ipotesi e, se saremo in molti, farla arrivare ai vertici del partito che, in questo momento, secondo me, è un po’ confuso.

    Provo a spiegarmi in pochi punti:
    • Le elezioni sono state perse
    • Le regole della democrazia ci hanno dato la maggioranza assoluta alla Camera e relativa al Senato
    • Il popolo sovrano si è espresso e si è diviso quasi in parti uguali tra M5S, PD e PDL
    • Aspettare se il Capo dello Stato, sovrano nella scelta, ci darà l’incarico a fare il Governo
    • Per scelta del PD e di gran parte della base non è possibile alcun accordo con il PDL
    • Per questione di numeri e di scelta di gran parte della base non ha alcun senso l’alleanza con Monti
    • L’unica cosa possibile è governo con M5S
    • Preparare agenda di Governo con i punti in comune con programma M5S ed eventualmente altri nostri utili al Paese
    • Far iniziare a lavorare il Governo solo con fiducia M5S altrimenti nessun altra ipotesi solo nuovo voto
    • Non accettare nessun altra formula di Governo non guidata da Bersani
    Resto in attesa di condivisioni, il tempo è veramente poco, con altre soluzioni il PD rischia un tracollo.
    Grazie per l’ascolto.
    Saluti
    Claudio David
    335-6882401
    c.david@libero.it

  2. Sono d’accordo su tutto, anche se penso che 5 stelle non cederà . Bersani ha il diritto – dovere di presentare i punti del programma e chiedere la fiducia. Ha ragione da vendere quando afferma che è in Parlamento che si devono assumere tutti le loro responsabilità. Punto fermo è un grosso NO su accordi con PDL e punto fermo è incarico sempre a Bersani. Questa storia di continue dimissioni esprime debolezza, soprattutto in questo caso dove Bersani non ha perso. Ha tenuto nonostante l’ entrata di Berlusconi e le nuove entrate, Monti, Ingroia e la valanga di Grillo su cui andrebbe fatta un’analisi a parte. La coalizione di centro – sinistra aveva raggiunto il 40% ed oltre, subito dopo le primarie, ma aveva anche raggiunto il traguardo mentre gli altri erano sul piede di partenza! C’è stato anche qualche errore di comunicazione perchè Bersani non sempre esprime per intero il suo pensiero . Io dico: “glissa”, ovvero dà per scontato. Doveva porsi con più forza comunicativa come modello antiberlusconiano. non è arrivato e non è facile far capire. Ma sono certa che molti desiderino il ritorno dell’Italia a quello di un Paese ” normale”. Su questo andrebbero spese molte energie comunicative. Se si va alle elezioni il problema di chi dovrà essere il coordinatore ( attenzione non il Presidente del Consiglio v. legge) è una questione delicata ma anche complicata. Il problema è anzitutto politico. Renzi si sta dando già da fare. Io ho un’altra idea del PD di quella che mi rappresenta Renzi che considero orientato troppo a dx. Pertanto non credo che voterei di nuovo PD. E l’emorragia a sinistra ci sarebbe, e come. Per recuperare voti bisogna convincere persone non orientate della validità del PD e non fare da richiamo con un outsider che esprime contenuti di dx, oltre che modelli comportamentali di tipo
    ” berlusconiano”. E’ una schizofrenia e non vedo che “cambiamento” ci sia in tutto questo. Sarebbe anche opportuno ragionare ed arrivare a punti fermi su questo benedetto concetto di ” cambiamento”. Peccato che oggi non posso partecipare alla riunione del Circolo PD Marconi. Sono un pò in là con l’età ma teniamoci in contatto perchè vorrei portare il mio piccolo contributo partecipativo.

  3. Sono molto dispiaciuta perchè non posso partecipare. spero che facciate molte altre riunioni con noi cittadini perchè già questo ci permette di avere un collegamento sul territorio. ( Ho lasciato un commento. Un piccolo contributo) Grazie e buon lavoro. Una elettrice PD Daniela Landi

I commenti sono chiusi.