TESSERAMENTO 2012

Riprendendo la campagna nazionale del PD “Ti presento i miei” il circolo PD Marconi lancia la propria campagna di testimonianze e di azioni.

Non saranno foto in studio o ad hoc ma foto di impegno quotidiano scattate o durante manifestazioni pubbliche o al circolo o durante volantinaggi sui temi nazionali o locali.

E’ un modo per conoscerci e per convincervi.

Prima di presentare le foto qui trovate il post sulla festa del tesseramento 2012 che si terrà lunedi 11 giugno

Annunci

Un pensiero su “TESSERAMENTO 2012

  1. Il mio pensiero su questa campagna che sto coordinando insieme ai tanti amici e compagni del mio circolo.

    *** La campagna di tesseramento del PD. E chi ci mette la faccia.***

    Sulla campagna mediatica che il PD nazionale ha lanciato per il tesseramento 2012 tutto si può dire ma non che gli manchi una sua capacità di diffusione e propagazione.

    Nata tra alcune polemiche – forse in modo poco accorto sollevate anche all’interno del PD stesso, magari anche solo per il modo con cui sono state sollevate – ha avuto il gran pregio di essere adottata in rete da moltissimi militanti. Inizialmente con la condivisone e diffusione dei manifesti/poster ufficiali e poi con una più decisa e spiccata personalizzazione.

    In questi giorni infatti si possono osservare sulle bacheche dei social network tantissime “repliche” – quando si parla di campagna virale! – con il format base del manifesto PD personalizzato a misura del militante.

    Ma chi è, chi sono questi militanti? La base si diceva una volta. E quali motivazioni dietro alla loro “replica all’infinito”?

    Il primo elemento che si può rinvenire è quello di una adesione al progetto. Io ci credo, ci sono anche io, sono in questa comunità, in questo collettivo di donne e uomini. E voglio dire anche io la mia.

    E così molti militanti in modo autonomo si confezionano il proprio manifesto.

    Un secondo elemento è quello che attiene alla voglia di essere. E di condividere. Io sono un militante, noi siamo militanti. In entrambi i casi il fine che ci si propone è quello di convincere e di vincere (e molto poco quello di apparire)

    Convincere e vincere Con le proprie idee, le proprie azioni, le proprie battaglie.

    Che è lo scopo sia di una campagna mediatica che quello di un partito che vuole vincere per “cambiare lo stato reale delle cose” (è una citazione, non è mia!).

    Un terzo elemento – che è anche l’idea base della campagna originale del PD – è quello dell’uscire dal solo slogan (quante parole negli slogan, e quanta – a volte – poca azione) per raccontare le vite vere, le voci, i volti, le idee e le passioni.

    Credo che questo sia un elemento trainante, perché avvicina – in questa epoca in cui la politica è vista molto distante – i cittadini di ogni giorno, che mettono impegno e senso civico nei loro comportamenti, a quei cittadini che in più ci mettono anche l’idea di un progetto comune. L’adesione ad un partito.

    Sono quei cittadini che sono riconosciuti e riconoscibili per le battaglie che fanno nei loro quartieri, a fianco di altri cittadini. E per questo sono veri, sono mediazione reale e vivente tra partito e società.

    E’ per questo che prediligo il quarto elemento che arricchisce i tre elementi precedenti. Quello di una campagna di tesseramento che riprendendo quella nazionale la cala all’interno di una realtà specifica, collettiva, riconoscibile.

    E’ quanto sta facendo il circolo PD Marconi che ha chiamato i propri militanti (inizialmente il gruppo dirigente, i membri del direttivo che – in quanto tali – si presuppone siano i più attivi ed a fianco dei cittadini) a metterci la faccia.

    Ma i tesserati, se vogliono, possono comunicare al loro adesione alla email del circolo pdmarconi@gmail.com

    E cosi il poster largo (quello detto 6×3) circola in rete con la richiesta di aderire al circolo PD Marconi, con la richiesta di tesserarsi. Una richiesta fatta ad altri cittadini.

    E non lo chiede solo una entità percepita astratta – il partito – no, lo chiedono soprattutto i militanti, cittadini che lo chiedono ad altri cittadini.

    “Ti presento i miei” come dice la campagna nazionale, ma te li presento in azione.

    Su strada, in manifestazioni pubbliche, in incontri dove hanno avuto modo di relazionarsi con i cittadini, dove con loro hanno condiviso battaglie, hanno discusso, si sono confrontati.

    Si sono battuti per trovare soluzioni condivise ai problemi del loro quartiere (a volte ci riescono, altre no) e per condividere e condizionare le scelte di politica nazionale.

    Condividere. Il contrario dell’isolamento in cui spesso cadono figure istituzionali che ti aspetteresti al tuo fianco o quei politici di turno, stabilizzati o in espansione, che passano come la cometa di Halley.

    Condizionare, dove il senso è quello di spingere, di essere portatori di progettualità.

    Condividere e condizionare, e restituire al partito il ruolo di mediatore sociale e non di strumento di ambizioni personali od occupazione di potere.

    E lo chiedono quei militanti, quei cittadini che mettendo la faccia sui manifesti del loro partito danno l’esempio concreto di cosa sia militanza e spirito di servizio.

    Le foto della campagna tesseramento 2012- collettive e singole – sono sul sito del circolo

    https://pdmarconi.wordpress.com/tesseramento-2012 e su facebook

    *** pubblicata da Enrico Pasini su facebook il giorno mercoledì 25 gennaio 2012 alle ore 9.06 ***

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...